mercoledì 10 febbraio 2016

Il nostro lavoro nei gruppi di psicosomatica-bioenergetica

La differenza tra respiro allenato e respiro sbloccato: la differenza tra "acting ed esercizio".
Non si sblocca il respiro profondo imparando esercizi sia pure con le varie metodiche orientaleggianti. Il respiro naturale spontaneo si apre solo rimuovendo la corazza caratteriale storicamente stratificata nella struttura corporea dell'individuo durante tutto il suo processo di crescita e che lo blocca nella spontaneità, nell'aggressività, nell'autoaffermazione e stima di sè, nel piacere e nella gioia di vivere, nella paura d'amare. La logica dell'esercizio è quella di "allenare" non di sbloccare: conviene allenare la nevrosi? L'esercizio aiuta a respirare meglio ma non a cambiare o flessibilizzare la corazza caratteriale. Questo è un percorso personale che attraversa a ritroso la storia personale dell'individuo, le sue difese ( le corazze neuromuscolari e neurovegetative) e tende a ricostruire ed a ritrovare il suo progetto-individuazione originario bloccato dall'educazione familiare e dai canoni socioculturali . 

Manifesto dei principi di base del Gruppo Psicosomatica di Aversa

  Il lavoro del nostro Gruppo Psicosomatica è centrato sullo sblocco della funzione visivo-oculare (2 terzi delle nostre fibre corporee sono...