martedì 24 marzo 2015

Sintomo e disagio psicofisico

Pensierino psicosomatico-energetico tutto mio : "Il sintomo , il disagio psicosomatico non è uno psicochiacchierone che perde tempo a pensare positivo.

lunedì 16 marzo 2015

Il "sintomo" non è un chiacchierone che perde tempo a "pensare positivo"


Per fortuna che qualche amico davvero fidato ci è vicino lo stesso anche se inascoltato e spesso demonizzato. Amici che ci vengono in soccorso per aiutarci davvero non a "chiacchiere" o peggio a "psicochiacchiere": ansia, mal di testa, mal di pancia, vertigini, disturbi mestruali, cistiti e somatizzazioni varie con fobie, attacchi di panico e sintomi ansiosi-depressivi. Sono gli unici amici che ci vogliono bene davvero e si occupano realmente di noi stessi. Vengono per dirci che non stiamo vivendo bene, che siamo alieni al nostro corpo, che corriamo il rischio di ammalarci, che non stiamo amando, che non ci stiamo spendendo, che dobbiamo assolutamente cambiare.

domenica 1 marzo 2015

Cos'è la "psicoterapia corporea psicosomatica"

 ....
La psicoterapia corporea parte dall'assunto che tutta la nostra storia psichica, emozionale ed affettiva lascia "segni incisi" nel corpo. Segno inciso sta per "carattere", nel carattere vi è iscritta la nostra storia biografica, l'incontro-scontro tra la personalità e l'ambiente educativo, familiare e sociale. Il carattere è inconscio e si manifesta attraverso l'attività del sistema neurovegetativo, con le emozioni (ex-movere= premere fuori), con il movimento muscolare interno ( il linguaggio degli organi), ed esterno (muscolatura striata), con il linguaggio non verbale, con la postura acquisita nel corso dello sviluppo psicoaffettivo e nella memoria protoplasmatica e cellulare. Il padre fondatore è stato W. Reich ed è improntata al principio di identità funzionale tra mente e corpo. Tutto il vissuto qualitativo in termini emozionali e psichici è identico alla vibrazione e pulsazione energetica del corpo in tutte le sue funzioni. Qualità e quantum energetico, quindi, sono due facce della stessa medaglia non sono due cose diverse che s'influenzano reciprocamente. Non ci appartiene quindi il parallelismo medico che prefigura una mente che influenza il corpo ed un corpo che influenza la mente. Non c'è quindi una visione piramidale in cui la mente dall'alto governa il tutto.

L'amore...è

L’amore ci rende fragili-forti perché rompe i confini dell’ego, ci disorienta nello spazio-tempo e spinge verso l’universo , fa perder...