martedì 30 dicembre 2014

Buon 2015

"Ama come se fosse per sempre e separati come se dovessi partire per un avventuroso e affascinante viaggio".

domenica 28 dicembre 2014

L'amore ...semplicemente è.

 Il mio augurio più forte per il 2015 è: non abbiate paura dell'amore, non abbiate paura di essere generosi, vivere senza rischiare l'amore ci fa sentire al sicuro, ma non ci fa felici! Non credete a coloro che dicono "abbiamo già dato", sono solo dei delusi travestiti da saggezza. L'amore non ama i pregiudizi, le parole ed i ragionamenti , l'amore è! L'amore non sta nei progetti nè si proietta indietro nel passato: l'amore non fa paragoni, l'amore è . In amore non serve tempo per "conoscersi meglio"; che per capire l'altro occorra parlare tanto: il capire in amore è inutile, il "parliamone" poi, non è mai servito a risollevare un rapporto in difficoltà. E quando avrà esaurito la sua missione, la sua carica energetica separiamoci con amore e sane distanze. Un nuovo più intenso amore arriverà quando la sana solitudine avrà anch'essa portata a termine la sua missione: riprenderci la "capacità d'amare".

sabato 13 dicembre 2014

Le lacrime del mondo

Fa sera.....ti ho visto disperato all'angolo del bar con la tua minuscola fisarmonica, la tua musica forzatamente allegra ...tra l'indifferenza di un mondo in festa tra luci, illusioni e sogni colorati. Rimetti in tasca ancora una volta la tua mano tesa, delusa e piena di gelo. Se ognuno di noi lasciasse scendere per un solo attimo le lacrime del mondo si accenderebbe un fuoco vivo d'amore da poter donare a tutti quelli che soffrono in silenzio, nell'invisibilità più assoluta, quelli che non sapranno mai se domani sarà un altro giorno

giovedì 11 dicembre 2014

Il delirio psicoprofetico e psicoalimentare imperversa spesso sul web

.....
L'alimentazione idealizzata e sacralizzata fino all'estremo , sta diventando fonte di confusioni e mistificazioni esistenziali, coprendo e occultando fobie personali , ossessioni compulsive e problematiche da sindrome da disturbo psicoalimentare. L'aspirazione,pur comprensibile, ad un mondo alternativo incontaminato puro, ad una natura idealizzata, all'acquisizione di pratiche spesso orientaleggianti e salvifiche del destino umano sta portando in giro un esercito di Guru o di Santoni fai da te che profetizzano con deliri, oscillanti tra il sensitivo ed il paranoico, credenze e dottrine misticheggianti frutto di mescolanze e mischiamenti senza alcuna consistenza nè culturale nè scientifica. Ancora una volta il problema è sempre la paura di guardarsi dentro! Si guarda sempre oltre,con la pretesa di una visione quasi sovrumana, perdendo di vista se stessi: non è possibile essere saggi e guru se dentro c'è rivalsa, frustrazione , incapacità a realizzarsi nella vita. Non si può essere Guru se ci si perde dietro al fascino di una adepta in cerca di incantesimi ( in genere i Guru son sempre maschi). Nel sessantotto essere trasandati assumeva una carica di protesta, oggi non si può più far passare il proprio essere trasandati interiormente ed esteticamente per saggezza, per diversità, per predicatori di verità mistiche. Anche gli adepti più ingenui prima o poi aprono gli occhi e smettono di lasciarsi gabbare e turlupinare dai falsi maestri. Chi vuole cambiare il mondo cambi se stesso ma...... nella realtà! E' come dire "non voglio sapere cosa credi di essere", "ma cosa fai"-

mercoledì 10 dicembre 2014

"Viviamo nell'epoca della perdita progressiva d'identità con aumento delle malattie autoimmuni, dell'onnipotenza, dell'esibizionismo e della violenza."


Il sistema Immunitario regola e marca il confine tra il me e l’altro da me, io chi sono e l’altro chi è, ha quindi a che vedere con l’Identità della persona. Nell’ottica dell’unità “mente corpo” l’identità biologica e quella psicologica sono "funzionalmente identiche. Il siste
ma immunitario attraverso il corpo e attraverso la pelle delimita il confine tra l’io e il non io. Una identità in buona salute, non allarmata, ha confini flessibili non teme di incontrare il nuovo il diverso: ad esempio non ha bisogno di produrre sostanze difensive molto forti per affrontare-confrontare un agente esterno estraneo. Come ad esempio accade in una allergia o un’asma psicosomatica. Così come un popolo (o un singolo individuo) con salde radici di identità e di democrazia non attua sistemi di confine rigidi per preservare la propria integrità ,vedi xenofobia, razzismo, fondamentalismo religioso. La nostra epoca è caratterizzata da una crisi di identità globale, il sistema identitario è continuamente costretto a confrontarsi con le economie mondiali, conflitti etnici, guerre di religione ,l’inquinamento ambientale, la minaccia nucleare e lo sfruttamento del pianeta. La confusione su chi e da che cosa dobbiamo difenderci per irrigidire o elasticizzare i confini regna sovrana, non sappiamo più chi è nemico e chi no. Nelle famiglie il bambino può sperimentare che la persona di cui più si fida gli fa violenza o addirittura lo fa sparire come le cronache giudiziarie recenti lo dimostrano. La malattia autoimmune è l’espressione di un organismo che per varie concause perde il riconoscimento della sua identità e del suo confine e quindi si aggredisce rivolgendo contro se stesso l’attività di difesa che non riesce a dirigere verso un agente minaccioso ormai non più distinguibile. L’identità biologica, psichica, il riconoscersi e riconoscere l'altro, l’appartenenza alla propria etnia o alla propria terra, le sane separazioni, i sani incontri, una sana economia, il rispetto di se e della natura, della terra come organismo vivente, di tutte le forme viventi del pianeta, la strutturazione di una nuova coscienza planetaria ,l'attenzione , la compassione e la semplicità sono i parametri decisivi del terzo millennio che decideranno delle sorti del “vivente uomo”.

martedì 9 dicembre 2014

Pensiero d'amore serale


Immaginate per un attimo di uscir fuori dalle vicende umane per pochi secondi e vi trovate su una collina, e davanti a voi un paesaggio notturno, i riflessi lontani delle acque del mare, il profumo del bosco, una notte silente al chiaro di luna. Provate ad ascoltare il silenzio ed i suoni della natura e poi guardate in alto , il cielo stellato di una notte dall’aria sottile e gradevole, e osservate la volta celeste, e sentite dentro di voi un sensazione struggente : la sensazione cosmica, vedete le stelle pulsare, il vostro respiro.. il cuore che batte , il sangue che fluisce nell'emozione e una sensazione incipiente di estasi, entrate sul confine, lasciatevi prendere…. Quel mondo meravigliosamente perfetto è anche qui stasera, dentro di voi….è in ogni cosa che facciamo nella vita di tutti i giorni. L’artista lo vive nell’attimo in cui imprime la propria tela o nell’estasi delle prime note di un pianoforte mentre sta nascendo un’opera musicale o una canzone: è in contatto con la dimensione energetica armonica della natura. Stiamo parlando del mondo dell’anima, del mistero della vita. Si’! la sensazione struggente ci viene dal mistero, da una conoscenza e da una percezione che non ha nulla a che vedere con il mentale ed il razionale. L’essere umano “sente” prima di capire: il capire ci ha portato fuori dal Paradiso Terrestre!

lunedì 8 dicembre 2014

Essere migliori o migliorarsi?

C'è un solo modo per essere originali ed essere migliori senza migliorarsi: essere se stessi!

sabato 6 dicembre 2014

La storiella della lampadina che si sentiva "illuminata"...


Certo, tutti quelli che hanno paura della psicologia e del cambiamento vorrebbero essere lampadine: ma si sa le lampadine hanno la presunzione di essere "illuminate"! e come tali non hanno l'umiltà di accogliere nuove "accensioni" ; quando poi si spengono, ammalate e fulminate, è troppo tardi e allora gli psicologi non bastano più le cambia la loro stessa fine.

mercoledì 3 dicembre 2014

Il corpo è il tempio dell'anima

L'unico punto di riferimento da cui si continua a fuggire è, "il corpo è il tempio dell'anima". L'essere umano è l'unico vivente capace di dissociare il corpo dai sentimenti ed emozioni perciò si ammala sempre più e sta facendo ammalare il pianeta. Le parole sono vuote, l'intelletto è vuoto senza emozioni e sentimento. La nostra cultura ci ha abituati al controllo repressivo ed alla rigidità, al self control , all'esibizionismo emozionale , alla razionalità capace di capire ma non di "comprendere" . In genere per svalutare una persona basta dire che è un emotivo. Nella nostra cultura emozionarsi equivale ad essere "debole" o labile, o non razionale. Le donne, per questo, sono state identificate come il "sesso debole". Oggi invece si scopre che il sesso debole è quello realmente più forte.

L'amore...è

L’amore ci rende fragili-forti perché rompe i confini dell’ego, ci disorienta nello spazio-tempo e spinge verso l’universo , fa perder...