martedì 18 giugno 2013

Il processo d'individuazione

Il "processo di individuazione" consiste in una differenziazione dell'individuo rispetto a valori esterni - che Jung definisce "valori collettivi" - appartenenti a tutti indistintamente. Tale processo ci consente di ritrovare dei valori molto più autentici, veri, nostri davvero, e soprattutto fondamentali per la vita, che Jung chiama appunto "valori individuali". Tutti noi abbiamo dei "valori individuali", ma il difficile sta proprio nell'intraprendere questo processo evolutivo di abbandono del porto sicuro dei valori collettivi per ri-scoprire i propri veri valori personali che ci identificano e ci differenziano dal "magma comune". Spesso ci capita di parlare in maniera astratta, quasi in terza persona, proponendo idee non nostre ma prese a prestito, il "si dice", i luoghi comuni, le voci anacronistiche del passato: basterebbe chiedersi per un momento ma "chi sta parlando per me dentro di me quì ora?" . Magari si può scoprire che chi parla in nostra vece è il padre, la madre o persone significative ritenute influenti nel corso della nostra vita. "Differenziarsi" è il termine chiave. Differenziarsi è scoprire il senso della propria unicità, essere se stessi, vivere gli affetti e gli amori davvero profondamente perchè diventa essere autentici, "essere davvero con l'altro senza confondersi con l'altro". 

Rapporto compensativo e rapporto complementare

C'è differenza tra un rapporto compensativo ed un rapporto complementare. Un rapporto compensativo non è un rapporto complementare. Il r...