domenica 29 ottobre 2017

L'abbraccio esprime la nostra capacità d'amare

.
L'abbraccio esprime nel qui ed ora un'emozione viva, immediata: come tale apre la respirazione profonda diaframmatica, perchè cuore e diaframma si nutrono bene di emozioni vive e sane. L'abbraccio non sentito, o impaurito, si nota subito dall'immobilità di pancia e torace. Chi si sforza non sa abbandonarsi e ricevere con fiducia; chi non ha fiducia respira poco e ama poco. Nell'abbraccio asfittico , senza respiro, c'è paura d'amare , diffidenza di base, e distanza dal coinvolgimento affettivo. Chi non respira profondo ha le spalle e le braccia indurite incapaci ad avvolgere il corpo dell'altro ed il torace stretto, angusto, e come tale non sa e non riesce ad abbracciare. Conclusioni: "fammi vedere come abbracci e ti dirò quanto sai amare."

Rapporto compensativo e rapporto complementare

C'è differenza tra un rapporto compensativo ed un rapporto complementare. Un rapporto compensativo non è un rapporto complementare. Il r...