lunedì 15 giugno 2015

Il buonsenso, a volte, nuoce gravemente alla salute

Ci sono modi di pensare così perfetti e razionali che hanno l'aria di essere incontestabili.....
Nondimeno, vi sono frasi e pensieri scontati che fanno tanto male alla salute!
"Non ho tempo;"
"Devo ottimizzare i miei tempi;"
"la mia giornata dovrebbe essere di 48 ore";
"Prima il dovere, poi il piacere";
"Non ho raggiunto gli obiettivi prefissati;
"Oggi non ho concluso niente"
"Comincio tante cose e poi ......
"mi massacrerò di lavoro oggi per poi godermi la vacanza ed il riposo domani";
Questa modalità esistenziale propone una divisione tra il prima ed il dopo, spezzetta l'esistenza e l'esperienza come solo la mente razionale può fare in maniera meccanicistica. Soffrire ora, non vivere ora, per godere domani ( e domani non si sa cosa succede) porta spesso a convincere l'inconscio che l'esistenza è tutto un rinvio. Sembra "buonsenso" ma è tutt'altro, non si è mai davvero presenti a se stessi nella vita, nel momento, nel quì ed ora. Non si lascia minimamente spazio alla fantasia, all'istinto, all'intuizione, al desiderio. C'è la fissa molto diffusa di essere responsabili e doverosi cosicchè ci si ritrova poi perfettamente organizzati ma infelici e bloccati dentro.

Rapporto compensativo e rapporto complementare

C'è differenza tra un rapporto compensativo ed un rapporto complementare. Un rapporto compensativo non è un rapporto complementare. Il r...